White in the city

White in the city

White in the city

/biàn·co/: Proprio della sensazione visiva prodotta dalla luce solare o da luci di effetto analogo.

Cos’è per voi il bianco? Cosa evoca nelle vostre menti? Quali sensazioni vi trasmette? 

A me trasmette da sempre un senso di purezza ma sopratutto libertà: il bianco dilata gli spazi, rende infinito il finito e crea una sensazione di assoluto.

Sì, l’articolo di oggi è ben diverso dal solito. Abbandono solo per poco i miei fidati libri a favore del design perché la scorsa settimana sono stata a Milano in occasione della Milano Design Week 2017. Non avevo mai preso parte all’evento prima e ho avuto l’impressione d’immergermi in un caleidoscopio unico d’idee ed arte.

C’erano ben 187 tipi di Bianco Oikos alla Milano Design Week e tutti hanno preso forme diverse snodandosi tra le strade più importanti, specie in Via Brera.

White in the city è stato l’evento creato dal presidente di Oikos, Claudio Balestri, e da Giulio Cappellini, curatore artistico del tutto proprio in occasione della Design Week 2017. Toccando i palazzi più caratteristici di Brera, White in the city ha ridipinto il quartiere di bianco, trasmettendo un senso di leggerezza e libertà.

All’interno di Palazzo Cusani poi, lo Studio Svetti Architecture ha creato l’evento #socialwhite, dedicato alla comunicazione, agli amanti dei social e quindi ai blogger al quale ho avuto il piacere di essere invitata. Social perché il bianco, secondo Svetti, è “il prezioso amalgama che tutto può unire, il colore che, nella sua purezza e nella sua sostanziale e magnetica imparzialità, diventa elemento attrattore per una nuova forma di socializzazione“.

white in the city

Foto ufficio stampa

La caratteristica più bella della social room, creata per ricordare un cloud, una “nuvola”, sono state le pareti: assieme ad immagini evocative, tutti noi partecipanti potevamo lasciare un segno del nostro passaggio con frasi e disegni, sottolineando ancora di più il concetto di libera comunicazione -ho contribuito con la frase che vedete nella foto di copertina – . Sulla parete centrale inoltre venivano proiettate alcune immagini simboliche: io ho immortalato quella che più mi ha colpita con un chiaro quanto perentorio messaggio.

white in the citywhite in the city

white in the city

 

 La mia video intervista registrata da Simona Carloni, responsabile della redazione web:

Vi rimando al sito ufficiale di White in the city per tutte le suggestive foto e gli approfondimenti riguardo questa creativa iniziativa.

Sabrina Turturro
sabrina.turturro@gmail.com
No Comments

La tua opinione

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: