Un giorno qualunque, Alessandro Dainotti

Un giorno qualunque

Un giorno qualunque, Alessandro Dainotti

Autore:
Casa editrice: Astro Edizioni
Titolo:
Pagine: 206
Prezzo: 13,90 € (Omaggio C.E.)
Il giorno in cui fai le tue scelte, non è mai un giorno qualunque.

La caratteristica evidente fin dal titolo e che si è rivelata vincente in Un giorno qualunque di Alessandro Dainotti, edito Astro Edizioni, è la semplicità. L’autore ripercorre la storia del protagonista Adriano dividendola in quattro macro sezioni, che rappresentano le parti di una giornata: mattina, pomeriggio, sera, notte, in una scelta stilistica che ben si amalgama con la narrazione.

Adriano è un sognatore; spera un giorno di pubblicare un suo romanzo, di riversare tra le pagine ciò che alla vita reale manca. Sarà questo il sottile fil rouge della storia, ciò che influenzerà le scelte più importanti del protagonista, portandolo talvolta a sbagliare. Con alcuni flashback si scopre poco a poco il retroscena della vita di Adriano, la sua prima scelta importante, l’abbandonare un lavoro che non lo soddisfaceva per studiare di Lettere a Roma, quando la sua vita ruotava attorno a Tiziano, primo suo vero amore.

A Londra tutto nasce e muore con una rapidità fuori dal comune.

La seconda svolta sarà il suo trasferimento nella capitale inglese, lo scenario che dà avvio alla narrazione: il suo presente. A Londra vive lo stesso Dainotti: evidente è la sua conoscenza del dedalo di strade e metro sovraffollate, che contribuisce a rendere tangibile l’atmosfera frenetica e caotica che la caratterizza.

Essere veloci, scattanti, sempre pronti a cogliere l’occasione, trovarsi nel posto giusto al momento giusto è indispensabile per seguirne il ritmo di vita. Se ti fermi o rallenti resti indietro, e se lo fai devi impegnarti per ritornare un carreggiata.

Un giorno qualunque è una bella storia: parla di scelte difficili, di paure che accomunano la nostra generazione, di sogni, d’amore. Nonostante qualche cliché – che ad essere sincera non mi ha disturbato la lettura, questa volta – e nonostante un finale che seppur ben articolato e non scontato rimane un po’ troppo melodrammatico per i miei gusti, è un libro che mi ha tenuta incollata alle pagine e che mi ha fatto passare delle ore piacevoli. Per me, visto che ci troviamo davanti ad un esordiente, sono caratteristiche non scontate.

Un giorno qualunque

Sabrina Turturro
sabrina.turturro@gmail.com

Sabrina Turturro | Bookish person. Photography and movie enthusiast. Art, travel and tv shows addicted. A dreamer.
Instagram, Snapchat, Facebook: nebuladaphne
nebuladaphne@gmail.com

No Comments

La tua opinione

Translate »